Il prossimo trucchetto di Renzi: evitare l’aumento della benzina alzando IRES e IRAP sulle imprese

Tra il G7 in Baviera, il rinnovato scandalo di mafia capitale e il tema evergreen delle pensioni, pare che in questi giorni la politica si sia dimenticata che il primo luglio entrerà in vigore la clausola di salvaguardia con l’aumento automatico della benzina.

Zitti zitti, il premier Renzi e il Ministro dell’Economia Padoan stanno cercando di disinnescare la clausola di salvagurdia così come promesso in tv nelle scorse settimane. E così mentre stampa e politica parlano d’altro il Governo sta mettendo a punto un bel trucchetto che eviterà l’aumento della benzina il prossimo primo del mese, ma ricadrà tutto sulle spalle di piccole e grandi imprese. Ormai l’annuncio in tv è stato fatto: “non ci sarà alcun aumento della benzina a luglio” e le promesse vanno mantenute. Ma a scapito di chi? Quello è un altro discorso.

Leggi l’intero articolo su IBTIMES

Annunci

Un pensiero su “Il prossimo trucchetto di Renzi: evitare l’aumento della benzina alzando IRES e IRAP sulle imprese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...